Castello Sforzesco – Milano 0 5 0 0

Castello Sforzesco – Milano

  • 1563 Views

Nel 1368 Galeazzo II Visconti ordina la realizzazione del Castrum Portae Jovis, a ridosso per l’appunto di Porta Giovia (o Zobia) a Milano. Questo è il motivo per cui il Castello Sforzesco a volte viene definito anche come il Castello di Porta Giovia.

Verso la fine del XIV secolo, negli anni 1392 – 1396, Gian Galeazzo Visconti lo amplia facendovi costruire un nuovo complesso, definito nei documenti come “cittadella”.

Nel 1412 il Brunelleschi contribuisce ai lavori di rafforzamento e abbellimento ordinati da Filippo Maria Visconti.

Nel 1450 Francesco Sforza, appena entrato a Milano, ordina la ricostruzione del castello, precedentemente saccheggiato dalla cittadinanza alla morte di Filippo Maria Visconti. Nei decenni che seguono il complesso subisce ricostruzioni e rafforzamenti. Alla fine del XV secolo, con il matrimonio fra Ludovico Maria Sforza (detto il Moro) e Beatrice d’Este, il castello si trasforma in una sontuosa dimora.

Nei trent’anni che seguono, il castello viene assediato da Luigi XII di Francia (1499), lo stesso Moro (1500) che cerca di riconquistarlo, dal suo primogenito Massimiliano (1512), da Carlo V di Spagna (1522).

Nel 1535, sotto il dominio della Spagna, il castello abbandona la sua funzione di reggia e torna a essere una fortezza dagli scopi prettamente militari. Poco più di dieci anni dopo viene data alle fortificazioni murarie una forma a stella. Tale conformazione verrà migliorata nel XVII secolo aggiungendo baluardi a pianta triangolare, che conferiranno alla fortezza la tipica forma di stella a dodici punte.

Agli inizi del XVIII secolo il castello viene conquistato dalle truppe di Austria e Sardegna, comandate da Eugenio di Savoia. Sette mesi di assedio mettono fine al dominio spagnolo sulla città di Milano. Alla fine del secolo la città viene conquistata da Napoleone, che decide di rafforzare ulteriormente il castello.

Nel 1800 lo stesso Napoleone decide di demolire le fortificazioni perimetrali, conservando tuttavia il quadrato interno.

Nel 1848 il castello viene usato da Radetzky come caserma, nonché come base per contrastare i moti delle cinque giornate di Milano. Resterà caserma fino a diversi anni dopo la cacciata delle truppe austriache da Milano.

A cavallo fra il XIX e il XX secolo il castello viene completamente restaurato, riportandolo nelle forme e nei progetti ai tempi degli Sforza.

Architettura

Il castello originariamente quadrato degli Sforza venne dotato, sotto la dominazione spagnola, di fortificazioni che consentissero l’uso dell’artiglieria (durante l’insurrezione delle Cinque giornate di Milano dal castello vennero sparati diversi colpi proprio contro la città).

Nel 1529 Fernante Gonzaga fece costruire due terrapieni, chiamati tenaglie, per collegare il castello alle mura cittadine e al Redefossi, un canale artificiale che attraversa Milano. Esse vennero tuttavia abbattute nel 1546 per realizzare i bastioni a stella.

Contact Details

  • Address: Piazza Castello, 5-7, 20121 Milano, Italia
  • GPS: 45.46851236179676,9.181080612194819

Send To A Friend

Get Directions

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *